Come scegliere un ottima aspirapolvere per auto? Ecco i nostri consigli e modelli da valutare

aspirapolvere auto
La pulizia dell’automobile è un’operazione piuttosto noiosa ma allo stesso tempo importante. Di tanto in tanto è necessario rimuovere la sporcizia che si accumula e per farlo occorrono gli strumenti giusti.

Un buon aspirapolvere è il miglior rimedio per compiere questa operazione. In commercio ne esistono moltissime ma vediamo di analizzare quale potrebbe essere la miglior scelta, e quali caratteristiche bisogna prendere in considerazione prima di acquistarne una.

Tipologie di aspirapolvere per auto

Bisogna dire che esistono diverse tipologie di aspirapolvere per auto, da quelle più professionali a quelle più economiche. La scelte dell’una o dell’altra categoria dipende esclusivamente dalle proprie esigenze.

Un’aspirapolvere professionale ha il vantaggio di utilizzare un bidoncino per la raccolta di sassolini, peli di animali, briciole e qualsiasi tipo di sporcizia si accumula all’interno della propria vettura. Il bidoncino è dotato solitamente di rotelle, che consentono un facile spostamento dell’apparecchio. Questa tipologia di aspirapolvere è in grado anche di assorbire l’acqua, quindi può essere impiegato anche nel proprio giardino.

Esistono poi aspirapolveri potenti, con una facoltà di aspirazione davvero notevole. Questi solitamente vengono alimentati tramite un cavetti che si collega all’accendisigari.
Molti modelli di aspirapolvere sono dotati di filtro HEPA, in grado di trattenere maggiormente le microparticelle di polvere senza farle disperdere nell’ambiente.

Aspetti da prendere in considerazione

Gli elementi principali da prendere in considerazione nell’acquisto di un aspirapolvere per auto sono i seguenti:
• Potenza di aspirazione
Questa permette di assorbire in maniera più efficace o meno la quantità di sporcizia accumulata, aiutando a svolgere un lavoro più accurato.
• Peso
Essendo un oggetto che andrà utilizzato per parecchio tempo, è indispensabile che il suo pesa sia contenuto, oltre ad essere facilmente maneggevole in spazi ristretti.
• Lunghezza del cavo
La lunghezza del cavo di alimentazione è indispensabile per avere una buona autonomia di movimento. Questo elemento fa la sua differenza soprattutto nel tipo di automobile che bisogna pulire, un conto è muoversi all’interno di un’utilitaria, un altro è pulire una familiare, qui la lunghezza del cavo gioca un ruolo importante.
• Il prezzo
Ovviamente ogni tipologia di aspirapolvere ha il suo prezzo di riferimento, e in base a questo può essere più o meno alto. Aspirapolveri più professionali avranno certamente un prezzo superiore a modelli più piccoli e meno potenti. Inoltre il prezzo è strettamente legato anche agli accessori e alle funzionalità di cui dispone.
• Accessori
Gli accessori sono gli elementi più indispensabili per un’aspirapolvere, in quanto permettono una certa versatilità. Avere diverse tipologie di beccucci e spazzole vi consentirà di raggiungere gli angoli più remoti dell’automobile, svolgendo una pulizia più accurata e precisa.
• Rumore
Apparecchi di vecchia generazione avevano il problema di essere molto rumorosi. Per fortuna le nuove generazioni hanno risolto in qualche maniera questa problematica, e in commercio si possono trovare apparecchi silenziosi o che riducono al minimo il rumore. Un grande vantaggio se si pensa di usare l’aspirapolvere anche nelle ore pomeridiane.

Conclusioni

L’acquisto di un’aspirapolvere per automobili richiede un’attenta ricerca e molta pazienza. Non è facile infatti trovare il modello migliore alle proprie esigenze, e se avete qualche dubbio allora il modo migliore è quello di chiedere consiglio a qualche esperto.

La soluzione migliore sarebbe quella di avere almeno due apparecchi, uno per una pulizia più approfondita dell’auto, e un altro di dimensioni più ridotte da poter riporre nel bagagliaio della macchina ed utilizzare nei momenti di bisogno

Lascia un commento